martedì 26 luglio 2016

Il mio viaggio a Napoli

Napoli mi intriga, mi intriga il vociare, la vita, la voglia di vivere delle persone.

Sono due anni che ho progettato questo viaggio, senza meta.
Mi piacerebbe fotografare volti, persone, contrasti, la quotidianeità delle persone, i ragazzi che si divertono stando al mare, le persone che chiaccherano, che mangiano una pizza che bevono un caffè, le statue dei presepi, vorrei tirare fuori dalle foto l'anima di Napoli.
Parto per Napoli con lo scopo di fotografare.
Cazzo si.
Invece come vuole la mia sana sfiga mi arriva una telefonata, una mia amica che conosco da anni e che usciva con noi, lei diretta per Capri con la sua famiglia ma si vuole fare due giorni con me a visitare Napoli.
Cazzo io odio i monumenti. I posti inflazionati e tutto quel fottio di minchiate che sono sulle guide turistiche del cazzo.
Appena vedo un souvenir scappo, eppana vedo una fila fuggo, appena vedo gente che non è del posto mi viene la colite.
Voglio vivere Napoli come la vive un Napoletano.
Invece due giorni con la mia amica che farà la solita turista luogocomune.
Merda merda ed ancora merda.
Che cazzo di palle.
Ovviamente prenoterà il mio stesso treno, al mio stesso orario. Neanche 4 ore pensando ai cazzi miei facendomi cullare dal tamburellare delle ruote che scorrono sulle giunzioni dei binari mi posso godere.
Porco di uno stracazzo.
Ed io che con la proprietaria di casa in cui alloggerò mi sono spacciato per un fotografo free lance.
Ah devo crearmi un sito in tempo zero.
Merda.


6 commenti:

  1. Lascia l'amica con la proprietaria e sei a posto!
    Okay, scherzo, non ti invidio...

    RispondiElimina
  2. Magari.... si trovasse un Napoletano mi farebbe un favore.

    RispondiElimina
  3. Che coglioni la gente che ti si accolla a forza,oh!!!
    Se volevo venissi con me magari te lo dicevo,no????

    RispondiElimina
  4. Fai il viaggio nascosto in bagno!
    Cosa poco allettante, ma a mali estremi estremi rimedi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. no no..... 4 ore in bagno spero di non doverle mai fare.

      Elimina