lunedì 13 novembre 2017

le figure di merda

vedi una persona nell'ambiente del ciclismo, nel tuo ambiente, quello fatto di gare, di uscire ed allenamenti.


La guardi, la trovi carina, tramite amici ti informi, purtroppo il caso o la sfiga fa si che non ci sia modo di parlare anche perché nonostante il giro di persone frequentate nel gruppo ciclismo sia lo stesso non facciamo le stesse attività.
Cosi San Facebook mi viene in aiuto, la trovo in alcune foto di gruppo la aggiungo tra i contatti ed accetta la mia richiesta di amicizia.
Le scrivo, sa vagamente chi sono, mi ha visto di sfuggita, parliamo, prima sporadicamente, poi la necessità di sentirci più spesso. Ci sentiamo tutti i giorni sempre in chat di facebook.
La sfiga è di nuovo mia amica ed anche sua, capita che cade in bici e si rompe una clavicola. Le tengo compagnia in questi giorni di degenza. La voglia, la curiosità di incontrarci è sempre maggiore da parte di entrambe.
Cosi anticipiamo la nostra uscita. A mangiare una pizza.

Sono un campione in figure di merda, passo a prenderla sotto casa sua, abita proprio dietro i miei genitori, a pochi km di distanza. Le telefono, risponde... ciaooo sono sotto casa... scendi?
Ma non era per le otto? E che ore sono scusa? Le sette.
Cazzo.
Ritorno a casa, vado a fare la spesa e ritorno a prenderla per il giusto orario.
La serata, che dire, è stata molto bella, e sono stato bene. Ci siamo fatti un giro in centro ed abbiamo parlato per ore tanto che siamo stati quasi gli ultimi ad uscire dalla pizzeria.
La riporto a casa, mi da i due bacini, mi dice che è stata bene. La saluto e ritorno a casa.
Vedremo. Il prima è sempre bello, il dopo uscita è sempre la parte più critica. Chiamo, non chiamo, la sento non la sento. Paturnie di merda, avrei gia voglia di rivederla.

4 commenti:

  1. Hai detto bene: paturnie di merda.

    Oramai sei in ballo, bisogna ballare. Scrivile ogni volta che ti senti di farlo, senza tentennamenti. Se ha accettato di uscire con te, evidentemente c'è interesse da parte di lei. Però è sempre l'uomo che deve farsi sentire, non la donna. E se hai voglia di rivederla, chiedile altri appuntamenti. Magari anche un'escursione in bici :)

    Hai detto male: figura di merda.

    Nessuna figura di merda, ma solo un aneddoto divertente. Che attesta la tua voglia di vederla: a lei non può che far piacere :)

    RispondiElimina
  2. Concordo. Fai quello che ti senti. Sii sincero: se hai voglia di sentirla o di vederla perché non dirlo?

    RispondiElimina
  3. Povera donna, le hai fatto passare attimi di vero terrore: oddioègiàqua,macomeègiàqua???nonpuòesseregiàqua!iononsonoprontaaaaaaaaahhhhhhhhhhhhhhhhh

    Ti ha detto che è stata bene. Secondo me è una buona cosa. Perché posso anche essere uscita con uno e aver passato una serata non male, anche piacevole, ma se non ho il ben che minimo interesse, mica gli dico "sono stata bene".

    Claudia

    RispondiElimina
  4. OH, stavolta, quando ci sarà l'occasione che siete vicini e non si fa avanti... buttati o qui noi lettori ci incazziamo debrutto! ;)

    CervelloBacato

    RispondiElimina