domenica 11 febbraio 2018

Sta andando tutto in merda

Si, è questa la direzione.
Mi ha proposto di fare l'amante, una persona che non si concede al 100% come dice lei.
Ma ieri mi ha mandato un altro messaggio, quando eravamo a letto mi aveva parlato di un libro che ho visto di cui mi ha parlato, ma non le ho detto nulla, l'ho semplicemente ascoltata.

Mi ha detto come non lo avessi percepito, come ci sono passato sopra. Poi ha rispolverato la storia dello scoglio, di quando ci sono andato sopra, di come mi sentissi a disagio, si cazzo mi sentivo a disagio nel sentire i rumori del mare sbattere forte contro quello scoglio. Questa è la nostra diversità.
Peccato che dopo, subito dopo, senza che lei mi dicesse nulla le ho detto quanto mi avesse emozionato quel luogo, quei posti ed il fatto che ci fosse li lei.
Cristo, sono sempre sbagliato, sbagliato nel percepire i momenti, le dico una cosa bellissima e lei no, la voleva in un determinato momento in un determinato posto, altrimenti sono diverso da lei.
Noi siamo all'80%.
Cazzo dici poco?
Io vorrei parlare dei libri che leggo, delle emozioni, ma vacca puttana per poterne parlare li devo leggere anche io e poi? Che cazzo facciamo un dibattito?
Io non riesco a capire che cazzo vuole, che cazzo di uno stracazzo vuole. Si lo capisco, ma penso sia una cosa impossibile.
Ieri le scrivo: vai a teatro questa sera?
Non mi risponde.
Le scrivo oggi, fredda, freddissima, si.... mi risponde.
Le dico che mi sarei aspettato un suo messaggio dove mi raccontava le sue emozioni, come aveva fatto tempo fa.
Perché la condivisione è questo, è condividere il momento.
Quando ho fatto la riunione dirigenziale del ciclismo, le ho parlato della riunione, me l'ha rinfacciato ieri,  io non voglio semplici discussioni banali.
Mi sono incazzato, le ho gridato sai cosa c'è VAF FAN CU LO.
Ne ho pieni gli stramaledetti coglioni.
E poi mi sono mi sono calmato e sono ritornato il suo schiavo di merda. Ci siamo messi a ridere. Ma tutto si è incrinato. molto, moltissimo la sento incredibilmente lontana.


3 commenti:

  1. Infatti non poter condividere il proprio mondo con la propria metà è qualcosa di veramente triste.

    Ok, quando si vive in coppia è chiaro che non si possa continuare a vivere come quando si è da soli. Ma non bisogna neppure annullarsi.

    Se una sera a mia moglie voglio parlare di 'toh', gli acchiappafantasmi, lei deve per forza sopportare quei dieci minuti :). Così come capiterà a me, quando magari lei vorrà parlarmi di "Ragione e sentimento".

    RispondiElimina
  2. Tris, scusa se te lo dico e se sembro cattiva ma la verità è che siete già distanti. Lei vuole una cosa e tu vuoi quella diametralmente opposta...c'è da farsi male, malissimo, e da come stanno le cose sei tu quello che pagherà più di lei le conseguenze. Ora, ok, non posso dirti di scappare però giorno per giorno chiediti...ne vale la pena?

    RispondiElimina
  3. Il problema è che per cambiare le cose, devi cambiare tu visione della cosa. Del sentimento.
    E bisogna capire se lo vuoi davvero, o se ti sta bene così perché in fondo lei ti piace.

    Moz-

    RispondiElimina